Direzione e Scuola Primaria Rodari
Scuola dell'Infanzia Piazza dei Poeti 1
Scuola dell'Infanzia Piazza dei Poeti 2
Palazzina Uffici - Auditorium e Palestra
Benvenuto
Scuola dell'Infanzia c/o Complesso Rodari
Complesso Rodari
Convegno Scuole Aperte 2007/08

Benvenuti nel nostro nuovo sito web istituzionale 

Questo sito offre all'utenza esterna tutti i servizi previsti dalla normativa vigente: gli adempimenti amministrativi sono infatti facilmente consultabili dalla gestione prevista dai regolamenti in materia. Ulteriori servizi come integrazione ai social network, aree tematiche, aree riservate e servizi tipici del web 2.0 sono già presenti o in corso di realizzazione. La visualizzazione di tale sito è possibile anche da dispositivo mobile (tablet, smartphone). Buona navigazione a tutti!     
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Manifestazione di interesse alla candidatura ai percorsi formativi di cui alla C. M. 37900 del 30/11/2015.

La legge 107/2015, tra i tanti interventi più o meno incisivi sulla scuola, contenuti nelle sue norme dispositive, ha puntato in termini importanti sulla modifica delle modalità di inclusione degli alunni con disabilità e sulla figura dell’insegnante di sostegno.
In concreto, ai sensi della legge 107/2015 il MIUR è intervenuto in questa delicata materia con la recente emanazione della nota 37900 del 19 novembre 2015, con la quale sono state dettate disposizioni riguardanti la formazione in servizio sui temi della disabilità dei docenti specializzati sul sostegno e per la promozione di figure di coordinamento.
Tale nota, che ha più i contenuti di una direttiva, volta a costituire un percorso formativo che vede come destinatari non tutti i docenti in possesso di specializzazione per il sostegno, ma un docente specializzato per ogni istituzione scolastica statale o anche due nel caso di istituti con elevata presenza di figure di sostegno (in numero superiore ad otto). Individuate dal dirigente scolastico, queste figure saranno successivamente chiamate a svolgere funzioni di presidio culturale, organizzativo e formativo nel campo dei processi di integrazione, riferita in particolare alle disabilità. Si tratta di una figura (“il referente/coordinatore per l’inclusione”, come viene denominato dalla nota ministeriale) che -collaborando con il dirigente scolastico nell’ambito di quel 10% che la legge 107/201, prevede possa essere da questi individuato  per coadiuvarlo in attività di supporto organizzativo e didattico- dovrà assicurare un efficace coordinamento di tutte le attività progettuali di istituto, finalizzate a promuovere la piena integrazione di ogni alunno.
Con nota Prot.n. AOODRCA Uff.Dir.13497/u   del 30/11/2015 l'USR Campania ha emanato l'Avviso Pubblico per la selezione di scuole-polo, le quali, nell’ambito delle azioni previste dalla citata nota MIUR – Direzione generale per il personale scolastico, prot. n. 37900 del 19 novembre 2015, assumeranno i compiti di organizzare i percorsi di formazione per docenti specializzati sul sostegno sui temi della disabilità, per la promozione di figure di coordinamento.
L'USR Campania, con nota  prot. 1972 del 1 febbraio 2016, integrando la propria nota del 30/11/2015, ha reso noto l'elenco delle scuole polo per la formazione, invitando, nel contempo, le istituzioni scolastiche a presentare entro il 15/02/2016 la candidatura del docente designato per il percorso formativo sulla base dei seguenti elementi:
 
Competenze del docente con funzioni di coordinamento
 Il docente referente/coordinatore, in possesso di una sicura competenza di base relativa ai diversi ambiti della professionalità docente (disciplinari, psicopedagogici, metodologico-didattici, organizzativi e relazionali, di ricerca), declinati nell’ottica specifica della disabilità e del sostegno educativo. In particolare, il percorso formativo si riferisce all’affinamento delle competenze per: 
• Svolgere funzioni di coordinamento pedagogico ed organizzativo e di supervisione professionale; 
• Gestire dinamiche relazionali e comunicative complesse (team, gruppi…); 
• Supportare la progettazione didattica integrata e la relativa formazione in servizio; 
• Ottimizzare l’uso delle risorse per l’inclusione, ivi comprese quelle tecnologiche; 
• Facilitare i rapporti con le famiglie e i diversi soggetti istituzionali coinvolti nei processi di integrazione. 
 
Pertanto, fermo restando che, per quanto attiene al 1° coordinatore, per la pregressa, pluriennale ed attuale  esperienza di coordinamento, l'individuazione non potrà che ricadere sul nominativo dell'ins. con incarico di funzione strumentale per le attività di sostegno, etc., Di Tella Assunta, tutti gli altri docenti di sostegno, titolari nella scuola, interessati ad essere candidati quali 2° nominativo, in possesso di certificate competenze attinenti ai compiti del "Coordinatore per l'inclusione" in una scuola primaria e dell'infanzia, sono invitati a presentare istanza, corredata del proprio curriculum vitæ nel formato Europass, entro  e non oltre il 10/02/2015 ore 12,00, esclusivamente all'indirizzo di posta elettronica 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
 

 

Piano annuale

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' E DEI CONSEGUENTI IMPEGNI
DEL PERSONALE DOCENTE PER L'ANNO SCOLASTICO 2016/2017
(art. 28, co. 4, CCNL comparto scuola 2006-2009)

approvato dal Collegio dei Docenti unitario (Scuola primaria e dell'infanzia).

Il piano annuale delle attività è predisposto,  ai sensi dell’art. 28 comma 4 - CCNL 2006-09, dal Dirigente scolastico sulla base delle proposte del Collegio dei Docenti e degli indirizzi del Consiglio di Circolo;  costituisce il progetto di funzionamento della scuola.

Esso riguarda:

  •     le attività connesse con l’insegnamento;
  •     le attività che afferiscono alla dimensione collegiale e partecipativa;
  •     le attività scolastiche ed extrascolastiche, oggetto di specifici progetti a cura del Collegio dei Docenti;


 Il piano, comprensivo degli impegni di lavoro, è deliberato dal collegio dei docenti nel quadro della programmazione dell’azione didattico-educativa e con la stessa procedura è modificato, nel corso dell’anno scolastico, per far fronte a nuove esigenze

 

Allegati:
Scarica questo file (PIANO_ANNUALE_ATTIVITA__2016_2017.pdf)Download[DIDATTICA - Piano Annuale delle attività e dei conseguenti impegni del personale docente che possono prevedere attività aggiuntive ]2048 kB

ANDISblog

Il BLOG dell'Associazione Nazionale Dirigenti Scolastici
Visite agli articoli
158865

Scansiona il QR Code

Vai all'inizio della pagina