Direzione e Scuola Primaria Rodari
Scuola dell'Infanzia Piazza dei Poeti 1
Palazzina Uffici - Auditorium e Palestra
Benvenuto
Convegno Scuole Aperte 2007/08
Scuola dell'Infanzia Piazza dei Poeti 2
Complesso Rodari
Scuola dell'Infanzia c/o Complesso Rodari

Benvenuti nel nostro nuovo sito web istituzionale 

Questo sito offre all'utenza esterna tutti i servizi previsti dalla normativa vigente: gli adempimenti amministrativi sono infatti facilmente consultabili dalla gestione prevista dai regolamenti in materia. Ulteriori servizi come integrazione ai social network, aree tematiche, aree riservate e servizi tipici del web 2.0 sono già presenti o in corso di realizzazione. La visualizzazione di tale sito è possibile anche da dispositivo mobile (tablet, smartphone). Buona navigazione a tutti!     
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

La Segreteria

 
Tutto quello che avviene nelle classi del Circolo trova la sua documentazione  gestita dall’Ufficio di Segreteria, i cui compiti riguardano il reclutamento e la gestione del personale, la gestione del bilancio e l’approvvigionamento degli strumenti di funzionamento, la cura di tutti gli atti e le operazioni amministrative che riguardano il percorso formativo degli alunni, la formalizzazione e l’esecuzione di tutte le decisioni assunte dagli OO.CC., la relazione con l’ U.S.P.,  nonché con gli Enti Locali e gli organismi territoriali tenuti a collaborare con la Scuola.
 
 
 
 

 

Le  uscite  didattiche,  le  visite  guidate  e  i  viaggi  d’istruzione  sono  parte  integrante  della  normale  attività  didattica  e costituiscono un’importante opportunità di arricchimento, di socializzazione e di approfondimento. Stabiliti dai docenti all’interno della progettazione annuale delle singole classi, devono  essere:  coerenti con gli obiettivi didattici e formativi propri di ciascun ordine di scuola,  nella puntuale  attuazione  delle  finalità  generali  del  Piano dell’Offerta  Formativa,  volte  alla  promozione  personale  e  culturale 
degli alunni e alla loro piena integrazione scolastica e sociale; attenti alle possibilità oggettive, economiche e fisiche degli alunni.  
 
Le uscite e i  viaggi d’istruzione sono organizzati nel  rispetto  della  normativa  vigente  e  si  attengono  a  precisi  criteri  indicati  nel Regolamento  di  Circolo; 
vengono  proposti  dai  Consigli  di  Interclasse/  Sezione;  sono  approvati  dal  Collegio  Docenti  e  ratificati  dal  Consiglio  di  Circolo.
 
In  genere  nella  scuola  dell'Infanzia si effettuano solo uscite di mezza giornata (mattino), nella scuola  Primaria  vengono  organizzate anche uscite di una giornata intera o di più giorni, in base alla programmazione annuale degli insegnanti e compatibilmente con le esigenze e le caratteristiche specifiche delle singole classi. 
 
  1. Portare  gli  alunni  a  contatto  con  realtà  diverse  da  quelle  vissute quotidianamente.  
  2. Rafforzare le motivazioni ad osservare, analizzare ed apprendere.  
  3. Favorire  lo  sviluppo  delle  capacità  logico-  critiche  ed  espressive  nel contesto di un’esperienza vissuta.  
  4. Sviluppare la capacità di usare, in situazioni reali, linguaggi specifici.  
  5. Sviluppare l’autonomia, il senso di responsabilità, l’autocontrollo, l’autodisciplina e le capacità di confrontarsi con il gruppo.
  6. I docenti accompagnatori, in numero di almeno uno ogni quindici alunni, sono tenuti alla vigilanza durante lo svolgimento delle uscite culturali a tutela dell’incolumità degli alunni e del patrimonio artistico. 
Allegati:
Scarica questo file (Uscite didattiche.pdf) Uscite didattiche[ ]251 kB

La nostra scuola si è organizzata in modo da dare ampio spazio agli interventi  volti a potenziare l’autonomia scolastica.  L’obiettivo è quello di dar vita ad una Scuola capace di garantire a tutti pari  opportunità educative e di promuovere il protagonismo dell’alunno chiamato ad  “apprendere ad apprendere”. 

In tale  ottica,  la  comunità  professionale  ha  predisposto  una  progettazione  didattica  sufficientemente  flessibile,  in  modo  da  garantire  un insegnamento sempre  più  efficace  ed  adeguato  agli  alunni,  nel  rispetto  degli  indirizzi  curricolari di carattere nazionale.  Per strutturare situazioni educative efficaci la scuola deve fare in modo che i contenuti  e  le  conoscenze  non  restino  elementi  disgiunti  dall’esperienza  dell’  alunno,   ma   siano   interagenti   con   i   suoi   bisogni   di   crescita   e   siano positivamente integrati con la realtà socio-ambientale  di riferimento. 
 
Nel Circolo la progettazione didattica è predisposta a livello di Interclasse e poi di classe e di team modulo. Essa si  riferisce all’unità di campo di lavoro di cui  è  responsabile  il  gruppo  di  docenti  di  classe  e  di modulo,  è  costruita  non  in  forma  generica  o  aprioristicamente,  ma  tenendo  conto  del  gruppo  di alunni  assegnati, delle loro capacità di apprendimento e di reazione. Non si esaurisce infine nel documento elaborato entro il primo mese di scuola,  nel  quale  sono  già  individuati  gli  alunni a  rischio  e  già predisposti  i  percorsi  individualizzati per un’adesione al loro ritmo d’apprendimento, ma si sviluppa  in itinere,  con  il  contributo  delle  verifiche  periodiche  e  degli  adeguamenti  risultanti necessari dopo il processo di valutazione.  La  concretizzazione  pratica  del  piano  di  lavoro  è  oggetto  di  riflessione settimanale da parte dei docenti di classe e del team, il cui orario di servizio  prevede due ore da destinare (oltre le ventidue d’insegnamento) alla scelta e  verifica  delle  strategie  didattico-educative  per  la  singola classe  e  i  singoli  alunni.  In  questa  sede,  dal  confronto  tra  i  risultati  effettivamente  conseguiti  (misurati  con  le  prove  di  verifica)  e  quelli attesi  (gli  obiettivi),  scaturisce  la  necessità di adeguazione degli interventi e dell’invenzione di modalità nuove di  insegnamento. 

Quote orarie

In merito alle quote orarie il Collegio ha  deliberato  all’unanimità  quanto segue: 
  • Quota nazionale obbligatoria (80%) 
  • Quota destinata al curricolo locale (20%) 
La quota destinata al curricolo locale, all’incirca 178 ore del curricolo obbligatorio, sarà utilizzato per la realizzazione dei seguenti Progetti “EDUCAZIONE STRADALE” ed EDUCAZIONE ALLA SALUTE (per un monte ore pari a cinque ore settimanali) e per la realizzazione del progetto AMBIENTALE (per  un monte ore pari a due ore settimanali -Terzo bimestre). 

 

 

 

La Scuola

“La Scuola Primaria mira all’acquisizione degli apprendimenti di base, come primo esercizio dei diritti costituzionali. Ai bambini e alle bambine che la frequentano offre l’opportunità di sviluppare le dimensioni cognitive, emotive, affettive, sociali, corporee, etiche e religiose, e di acquisire i saperi irrinunciabili. Si pone come scuola formativa che, attraverso gli alfabeti caratteristici di ciascuna disciplina, permette di esercitare differenti stili cognitivi, ponendo così le premesse per lo sviluppo del pensiero riflessivo e critico, formando cittadini consapevoli e responsabili a tutti i livelli  ........”  

 

 

 

Visite agli articoli
142777

Scansiona il QR Code

Go to top